VENARIA REALE (TO): POTAGER ROYAL ALLA REGGIA D'ITALIA

Oggi, nel Parco Basso dei nuovi Giardini della Reggia di Venaria Reale, a 10 chilometri da Torino, è stato aperto ai visitatori il più grande Potager d’Italia, in un’area di circa 10 ettari localizzata nei pressi della Cascina Medici del Vascello. Qui nel ‘600 e ‘700 si estendevano parte dei Giardini, mentre nel corso dell’800 il medesimo spazio era utilizzato per coltivazioni estensive da parte dell’Azienda Agricola della Real Casa.

 

La presenza di uno spazio destinato alla produzione agricola viene, infatti, attestata da numerose immagini storiche, in cui la collocazione del Potager (orti e frutteto) era individuata nella parte sud del parco alto, area destinata oggi ad uso militare.

 

Il progetto attuale di rifacimento degli orti ispirato all’antico disegno presenta una forma quadrata dove troviamo: aree coltivate, vasche, fontane, spalliere di alberi da frutto e pergole su cui cresceranno fioriture e ortaggi. 

 
Grazie ad un’attenta lettura dei documenti storici i nostri esperti sono stati in grado di risalire alle specie coltivate all’interno degli orti e dei frutteti e al loro utilizzo, fonte indispensabile che ha permesso di recuperare una vocazione del luogo che sembrava perduta. 


L’area oggetto dell’intervento si estende sui terreni a est e a ovest della Cascina Medici del Vascello, gli orti e i frutteti, che occupano uno spazio di circa 10 ettari. La parte ornamentale, realizzata secondo i principi dell’Agroecologia, ha l’obiettivo di essere un modello unico con scopi ricreativi, estetici, educativi, storici, gastronomici.

 

L’orto è stato progettato con un’alternanza di spazi a prato, ortaggi e a colture estensive, alternati a giochi d’acqua e spazi coperti, in grado di poter far vivere ai visitatori la suggestione e la meraviglia di questo spazio.

 

Lo spazio del frutteto, delimitato da viali di Prunus Avium e Pyrus Calleryana, presenta una collezione frutticola caratterizzata da una selezione delle principali specie antiche piemontesi. Le varietà degli alberi da frutto selezionati, mantengono la filosofia generale del progetto utilizzando delle specie autoctone di drupacee (pesco, susino, albicocco, ciliegio) e pomacee (pero, melo). Il disegno del frutteto, che ha previsto la messa a dimora di più di 1700 piante, è attraversato da percorsi a prato lungo i quali sono disposti alberi da frutta che verranno “allevati” con forme regolari, secondo tecniche di potatura e di “piegamento” antiche denominate a “palmetta”.

 

Cinque aree attrezzate, fruibili liberamente o in accompagnamento alle guide, permettono di apprezzare gli orti e i frutteti decorativi.

 

L’orto-giardino - Una delle attrazioni più significative dei Giardini della Reggia di Venaria Reale. Il percorso si sviluppa in punti di interesse nei quali sono raccontate le caratteristiche delle piante dal punto di vista botanico, scientifico e gastronomico.

 

L’apiario - Il percorso vuole essere non solo informativo, ma anche educativo, sul mondo delle api. Per imparare come sono fatte e conoscere la loro organizzazione sociale, per capire il loro ruolo sia nel panorama agricolo sia nella vita in generale.

 

Il semenzaio - Il percorso affronta il tema della trasmissione della vita, spiegando cosa sono i semi, come si conserva la biodiversità e come si realizza un semenzaio domestico, dove produrre le proprie piantine di ortaggi ed erbe aromatiche.

 

Il compostaggio - Il percorso insegna cos’è, come si prepara e come si utilizza il compost, recuperando preziosa sostanza organica e restituendo al terreno molte sostanze utili, che altrimenti andrebbero inutilmente disperse.

 

Il noccioleto - Una passeggiata dedicata ad osservare la crescita delle piante di nocciole e un percorso didattico, collegato all’utilizzo del frutto e alle sue proprietà nutrizionali, sono l’occasione per scoprire una grande risorsa del territorio piemontese. Il nuovo noccioleto dei Giardini propone la varietà dellaTonda Gentile, una tipologia di piante tra le più pregiate delle Langhe.

 

A Cerro Maggiore (MI), mostra-mercato dei formaggi tipici e d'alpeggio
LA DISPENSA CONTADINA
dal 25 aprile al 1° maggio


Ogni martedì e venerdì alla
Dispensa Contadina è pronta la vostra spesa, con frutta e verdura fresca di stagione.

Questa settimana la “borsa della spesa” comprende:
zucchine, insalata, rucola, prezzemolo, carote, coste bianche, pomodori, mele, fragole.

Spesa piccola per 1-2 persone
€ 15 (contenuto circa kg 5)

Spesa famiglia per 3-4 persone
€ 24 (contenuto circa kg 9)

Per l'ordine:
terregusti.piemonte@libero.it.

24800 RICETTE gratis

Termini da ricercare:

Dove fare la ricerca:

Loading