OMBRETTA AGRO' ANDRUFF, UN'ITALIANA A MANHATTAN

Simpatica, estroversa, sempre alla ricerca di nuovi talenti e situazioni espositive originali, Ombretta ci riceve a New York nel suo studio vicino a Gramercy Park che è da anni un punto di riferimento per artisti già noti o esordienti in cerca di visibilità e contatti.

 

Nata a Torino, curatore indipendente di mostre di arte contemporanea, autrice di importanti cataloghi e pubblicazioni specializzate, il suo credo è costruire ponti tra diverse culture attraverso l'interscambio di artisti internazionali e l'apertura ad un pubblico il più eclettico possibile.

 

Quando hai deciso di trasferirti a New York?

Mi sono laureata in lettere con indirizzo artistico a Siena e già durante gli studi avevo chiaro il progetto di dedicarmi all'arte contemporanea di cui ero appassionata. Nella mia città, Torino, dopo gli entusiasmi degli anni settanta con l'Arte Povera le iniziative erano minime mentre gli artisti continuavano a produrre opere molto interessanti.

Mi sono quindi trasferita a New York alla fine degli anni novanta per avere un punto di vista privilegiato, dove poter essere costantemente aggiornata e contribuire alla promozione e al successo degli artisti italiani in modo più efficace.

In effetti da qui posso essere di maggior aiuto sia per le numerose gallerie con le quali collaboro sia per i contatti su cui posso contare.

C'è un'artista al quale sei più legata?

E' una domanda alla quale è difficile rispondere perchè il rapporto di fiducia e scambio che si costruisce ogni volta è unico. Si creano insieme situazioni, si discute come in una vera e propria convivenza ed è sempre un percorso di crescita per entrambi. Proprio per citarne uno potrei fare il nome di Angelo Musco col quale abbiamo condiviso gli inizi delle nostre carriere, e la collaborazione è attiva ancora oggi.

Quanto sta incidendo la crisi economica nel campo delle mostre?

Tra le varie voci, soprattutto per quanto riguarda gli eventi internazionali sono i trasporti ad essere diventati molto onerosi e soggetti a normative che rendono ogni volta gli allestimenti più difficili e costosi, in particolare quando si tratta di opere di grandi dimensioni.

Per un neofita in vacanza a New York qual è l’accesso più immediato per iniziare ad orientarsi tra le mille offerte disponibili?

In rete si può consultare la Gallery Guide con tutti gli appuntamenti di rilievo, inclusi luoghi e date dei vernissage. Senza mancare una visita ai grandi musei come il MoMA e il Guggenheim.

Qual è il progetto su cui stai lavorando?

Una mostra sul nomadismo contemporaneo che sto curando insieme all'artista afghana Lisa Hammadi che inaugurerà a Delhi nella galleria Religare Art l’estate prossima. Sarà un lavoro collettivo ispirato all’idea di nomadismo che coinvolgerà artisti da tutto il mondo, che spesso si spostano per anni da una mostra a un nuovo sito dove trovare nuove situazioni e atmosfere per creare nuove opere.

Come concili il lavoro con la vita privata?

Sono sposata da oltre dieci anni con un uomo che lavora nel business informatico (Ron Andruff, già campione di hockey n.d.r.) che mi segue molto da vicino sia nella fase progettuale che durante i numerosi viaggi in giro per il mondo. Il fatto che non ne sia coinvolto professionalmente fa si che il suo sguardo sia meno condizionato e questa immediatezza spesso mi è di aiuto nelle valutazioni. Non è sempre facile riuscire a incastrare gli impegni reciproci, certo possiamo dire che non facciamo una vita monotona!

E per quanto riguarda l'Italia?

Sto lavorando su due allestimenti di mostre personali per la prestigiosa galleria Alberto Peola di Torino, l’inaugurazione della prima sarà il prossimo novembre.

 

Il sito di Ombretta Agrò Andruff è all'indirizzo www.ombrettaagro.com

Alessandra Rito, New York 

A Cerro Maggiore (MI), mostra-mercato dei formaggi tipici e d'alpeggio
LA DISPENSA CONTADINA
dal 25 aprile al 1° maggio


Ogni martedì e venerdì alla
Dispensa Contadina è pronta la vostra spesa, con frutta e verdura fresca di stagione.

Questa settimana la “borsa della spesa” comprende:
zucchine, insalata, rucola, prezzemolo, carote, coste bianche, pomodori, mele, fragole.

Spesa piccola per 1-2 persone
€ 15 (contenuto circa kg 5)

Spesa famiglia per 3-4 persone
€ 24 (contenuto circa kg 9)

Per l'ordine:
terregusti.piemonte@libero.it.

24800 RICETTE gratis

Termini da ricercare:

Dove fare la ricerca:

Loading